Cina: al via corso restauro dipinti murali finanziato da Dgcs

postato in: news | 0
Condividi su:
image_pdfimage_print

Cina: al via corso restauro dipinti murali finanziato da Dgcs

Un seminario sul “Restauro dei dipinti murali: la metodologia nel rispetto materico dell’opera d’rate”, organizzato dalla direzione generale per la Cooperazione allo sviluppo (Dgcs) della Farnesina e dallo Shaanxi history museum di Xi’an. L’iniziativa – svoltasi venerdì 24 aprile presso lo Jinshi International hotel a Xi’an – è stata l’occasione per l’avvio di un confronto sulle modalità, le tecniche e le filosofie relative alla conservazione dei dipinti murali della dinastia Tang. Nel corso dell’evento, peraltro, è stata presentata la collana “I quaderni di Xi’an” e un corso di formazione finanziato dalla Cooperazione italiana per il restauro dei dipinti murali.

 

Al seminario sono intervenuti l’ambasciatore italiano in Cina, Riccardo Sessa, che ha aperto i lavori; i professori italiani Giorgio Bonsanti (ordinario di Storia e tecniche del restauro all’Università di Firenze) e Giuseppe Basile (Istituto superiore per la protezione dei monumenti a Roma); l’architetto Antonio Rava, vice presidente dell’International institute of conservation di Torino; i restauratori del museo Yang Wenzong, Zhang Qunxi e Luo Li (questi ultimi anche ricercatori) e l’ingegner Raphael Mayer Aboav, consulente nel settore dell’E-learning.

 

 

Il seminario e il nuovo corso di restauro fanno parte del progetto di rafforzamento dello Shaanxi history museum. L’iniziativa si prefigge di creare una nuova sezione del museo che ospiterà i dipinti provenienti dalle tombe della Dinastia Tang (618 – 907 d.C.). Il progetto consiste in un finanziamento a credito d’aiuto pari a circa quattro milioni e 650 euro, finalizzato all’allestimento della nuova sezione del museo che ospiterà un centinaio di dipinti murali. È prevista inoltre la creazione di un laboratorio permanente per il restauro dei dipinti murali. Il progetto prevede altresì una componente a dono di un milione e 32.914 euro per l’organizzazione del corso biennale di alta qualificazione per il restauro delle pitture murali, presentato al seminario.

fonte – il Velino